17 marzo 2017

 

 

 

 Una domenica sera conobbi tramite il mio impresario un musicista. Fin qui nulla di che, ne conosco tanti, parlando poi però, scoprì, che quel signore aveva un vissuto e un passato musicale da far invidia a tanta gente oggi giorno “famosa”.

Incuriosito dopo un breve dialogo, senza battere ciglio,  lo invitai “ a scatola chiusa” nella mia trasmissione su FM TV “Kultura & Musika”.

Avevo già ascoltato alcune sue composizioni nella settimana precedente l’intervista in modo da essere ben preparato. La sua musica già nell’ascolto dei primi secondi mi aveva colpito molto, poi quando lo vidi arrivare in studio con in spalla un “Oud” (strumento a corde di origine Persiana) cominciai a guardarlo in un altro modo, si aprì un mondo.

E’ proprio vero, per capire bene la musica di un autore devi conoscerlo… io ho avuto questa fortuna!

Cominciò a raccontarmi la sua vita musicale, prima con il gruppo folkloristico storico della “Macina”, poi delle sue esperienze musicali con Marco Poeta (l’unico “fadista” Italiano ed Europeo accumunato ai grandi maestri portoghesi) e di tutto il suo bagaglio cultural-musicale che si portava dietro.

Secondo  me quest’uomo rappresenta in toto il vero “modus vivendi” del musicista “pionierista”.

Oltre alla moltitudine di strumenti suonati (chitarra, Oud, violino, mandolino, ecc.) riesce ad intrecciare magicamente suoni provenienti da svariati paesi creando una miscela unica. I suoi arrangiamenti creano un prodotto autoctono, con una sua cultura, dove le contaminazioni sono presenti ma abilmente unite tra loro.

L’arte va fatta per essere fatta e non per cercare la fama ed il successo, Adriano Taborro questa cosa la sa bene, e sa anche bene che un musicista per essere se stesso e per esprimersi a 360 gradi necessita di libertà. Lui questa libertà se l’ha creata con tanti sacrifici e con tanto studio ed è meritata in pieno.

La libertà artistica ti fa essere te stesso, unico ed inimitabile, cosa assai rara oggi.

Quando fai una scelta del genere chiaramente precludi tanti facili guadagni (che la stragrande maggioranza dei musicisti invece insegue), ma riesci a “inventare” modi nuovi di suonare, di arrangiare e di proporre prodotti musicali autentici.

Adriano Taborro ha scritto diverse musiche, ogni brano potrebbe essere una colonna sonora, un’ opera unica, un viaggio…

Attualmente Adriano Taborro milita in diverse formazioni live tra cui la band di cui è fondatore gli “Oneiric Folk” dove propone proprio la musica di cui è autore.

Buona fortuna Adriano, uno degli ultimi pasionari della musica.

Per accedere al suo canale e ascoltare la sua musica clicca QUI.

Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 00:01:25 | icon author Dario Aspesani
Aggiungi un commento
Autore:
E-mail:
ricopia il testo presente nell'immagine  
email visibile solo al Blogger
commento privato
ricevi i commenti successivi di questo post


Ultimi post
Mi musica es Tu musica IL FILM!
(15 Apr 2017 19:58:34)
Premio Letterario Scrivia 2017
(15 Apr 2017 19:48:45)
On the roots of Robert Johnson
(07 Mar 2017 01:15:12)
Il ritorno del Giradischi
(02 Mar 2017 02:19:01)
Eddie Vedder Ukulele songs
(22 Feb 2017 22:07:19)
Sottoscrivi il Blog
ricerca
FEED
[RSS][ATOM] All
[RSS][ATOM] Musica latina
[RSS][ATOM] Musica nord americana
[RSS][ATOM] Vini e Birre
[RSS][ATOM] Film musicali
[RSS][ATOM] Cinema
[RSS][ATOM] Strumenti musicali
[RSS][ATOM] Balli latini
[RSS][ATOM] Letteratura
[RSS][ATOM] Politica estera
[RSS][ATOM]
[RSS][ATOM]
[RSS][ATOM] Musica d'autore
Mailing list