13 maggio 2024

 

“Dispersi” il nuovo album di PG Petricca.

 

Il sound ormai è una garanzia, l' artista esprime come sempre la sua vita “on the road” in giro per l' Europa.

Il Disco si apre con “Vado via” con riffs molto interessanti in “open chords” (tipica caratteristica di Petricca).

Lo “Slam” studio di Andrea Maceroni è sempre all' altezza quando si tratta di qualità audio originale.

Il fascino di Petricca deriva dalla sua onestà musicale, i suoni “vissuti” e tipici del delta si uniscono a delle tinte Abruzzesi sempre meravigliosamente presenti.

Il secondo brano “Nell' incertezza” mette a nudo le memorie di un bluesman, il ritmo “quasi di guerra” di Gianluca Giannasso fa la differenza in questo brano. I suoni saturi della steel guitar accompagnano ed intermezzano la voce in maniera consapevole.

“La mmatine preste” è un perfetto conubium tra la cultura e la lingua abruzzese mescolata al Blues radicale da saloon. A Tratti rockeggiante, la saturazione della chitarra esplode in questa ballata sofferente fatta di vita “dura”.

Il lato A del disco si chiude con “Bucami il corpo” scritta a quattro mani con il bassista Roughmax.

Scarna ed essenziale, segna un netto confine con la B side del disco.

 

La side B si apre con un sound tipico del delta blues “Voglio te”. Petricca riesce inesorabilmente a mescolare il suo vissuto trasferendolo alla chitarra slider.

“Nessuno la vide partire” rientra a pieno titolo nelle ballads sofferenti e vissute.

“Baricentro” scritta anch' essa a quattro mani con Maxrought aggiunge ritmo ad un disco quasi autobiografico dove la vita del bluesman viene riflessa nei riff “forti” della slider.

“Nulla cambierà” altra ballads senza censure, senza “fregarsene” di quello che potrebbe pensare o dire la gente. “Perso nei ricordi cammino un po' più in la...seduto dentro un bar dietro le vetrine un vagabondo rutta e se ne va, vedo poi la gente intorno che come un fantasma si dissolve nel buio della notte”.

Il disco si chiude con “Baciami ancora” la ballad di chiusura con delle belle variazioni di accordi.

 

Nel disco hanno suonato Pierluigi Petricca (chitarra e voce), Gianluca Giannasso (batteria) e Roughmax al basso. I brani sono di Pierluigi Petricca eccetto “Bucami il corpo” e “Baricentro” scritte conn Roughmax.

 

Il mastering è stato curato da Vittorio Remino presso la “Long soul”.

 

 

Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 22:36:10 | icon author Dario Aspesani
11 maggio 2024

 Una delle ultime grandi ricercatrici musicali ci ha lasciato. Perché è importante la sua figura? Perché Giovanna Marini ha effettuato una ricerca meticolosa all' interno della musica popolare italiana. Non si è soffermata al fattore "musica", bensì ha indagato sul vissuto dei cantori, analizzando la loro figura sociale, umana e lavorativa. Oltre ad essere una etnomusicologa, la ritengo una grande sociologa. Lei con pochi altri ha ridato voce agli "ultimi" passando per la loro cultura e i loro sentimenti. Ha portato la musica popolare in Europa non fermandosi alle barriere culturali e politiche italiane del tempo stabilendo imprescindibilmente un confine tra cultura popolare e musica. A lei dobbiamo molto. 

L' ultima pasionaria se n'è andata e lascia un tremendo vuoto, nella musica, nella cultura, nel sociale e nella ricerca.
Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 14:15:09 | icon author Dario Aspesani

Trackbcak URL di questo post:
http://www.darioaspesani.it/blog/trackback.cfm?id=0BDB14E9-9684-E94D-0FEFFA0AA5E51305

Aggiungi trackback
tuo url
tuo titolo
nome del tuo blog
ricopia il testo presente nell'immagine  


3 maggio 2024

 

A questo LINK trovate il mio nuovo corso "Organizzazione Eventi - Il Master".

 Buon lavoro.

D.

 

Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 12:27:10 | icon author Dario Aspesani
25 aprile 2024

 

 

E' uscito in questi giorni il nuovo disco di Gastone Pietrucci e la Macina dal titolo "Il dono che non si nega".

Un album a mio avviso molto interessante. Arrangiamenti che ricordano gli Chansonierre Francesi che trasmette un pathos unico. Disco raccomandato!

Ho avuto il piacere di intervistare Gastone Pietrucci della Macina.

 

Quanti album avete inciso?

Questo è il ventesimo.  Il primo uscì nel 1982.

Come ti è in venuto in mente di fare un disco sulle poesie dopo esserti occupato da oltre cinquanta anni di musica popolare?

Anni fa ho avuto la fortuna di incontrare la poesia di Franco Scapellini della quale mi sono innamorato. Attraverso il consiglio di Massimo Raffaeli e Francesco Scarabicchi ho deciso di musicare diverse liriche. Grazie anche alla collaborazione di Allì Caracciolo (regista, attrice, scrittrice, poetessa) ho cominciato  a musicarle. Scarabicchi personalmente nel 2018 ha scritto appositamente per la Macina "Nave che porta a niente" brano che apre il nostro nuovo disco. Anni fa invece su uno spettacolo dedicato a  Pasolini abbiamo musicato "Supplica a mia madre". Abbiamo prodotto anche uno spettacolo su Paglianelli da dove sono state attinte due liriche successivamente musicate.

La Macina su questo nuovo lavoro ha un taglio artistico e negli arrangiamenti molto vicino agli Chansonnierre Francesi. Concordi?

Potrei essere d' accordo. Questo disco poteva anche "Spiazzare" il nostro pubblico, ma così non è stato. Il disco è fortunato perchè il gruppo di ricerca è molto affiatato e si nota anche dalle esecuzioni magistrali.

 

Quante sono le collaborazioni nel disco?

Sono ben quattro. Allì Caracciolo e Maria Novella Gobbi. Francesca Merloni come voce recitante ed Elisa Ridolfi.

Come mai sono tutte collaborazioni femminili?

Non lo so, alcune sono mie strette amicizie come Allì Caracciolo e Maria Novella Gobbi. Francesca Merloni a seguito di una felice esecuzione dal vivo ho deciso di coinvolgerla nel progetto. Elisa Ridolfi, invece, l' ho conosciuta queste estate e l' ho voluta fortemente nel brano di Cesanelli. 

Prossime attività della Macina?

Tantissime! C'è il Cantamaggio a Morro D' Alba "Spettacolo sull' immigrazione" con la partecipazione di Elisa Ridolfi e due suoi musicisti.

In contemporanea sempre il 17 e 18 maggio si potrà visitare nell'auditorium della stessa cittadina la mia mostra di nuovi "Collage" dal 2013 al  2024.

Per maggiori info visitate il sito www.macina.net e su Facebook Gastone Pietrucci o la Pagina Facebook "La Macina".

 

 

Categorie: Musica d'autore
Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 15:59:43 | icon author Dario Aspesani

 

Lara Giancarli “Tempo doppio” il nuovo album.

 

Intervista.

 

Dopo aver inciso “Resto Ferma” nel 2020 e Gunter Hotel sempre nel 2020 per conto dell' Etichetta Funny Records prodotta da Gabriele Palazzi, Lara Giancarli esce con il suo terzo album “Tempo Doppio”.

 

Da cosa nasce l' esigenza di un nuovo album?

 

Le “cose” arrivano e le accolgo.

 

Tra i brani presenti nel disco quali sono secondo te i migliori? Faccio questa domanda perchè spesso gli autori non hanno le stesse idee del pubblico.

 

Non ci sono brani preferiti o da considerare migliori. Sono tutti significativi.

 

Cosa intendi per Tempo Doppio?

 

Il tempo mio, personale, un tempo sospeso in un momento particolare della mia vita e il tempo del mondo fuori, che continua a scorrere, nonostante tutto e nonostante me.

 

Secondo te qual' è oggigiorno il ruolo della musica?

 

La musica del mainstream a mio parere ha semplicemente lo scopo dell' intrattenimento, sottofondo da “supermercato”. Però c'è un grande sommerso costituito da tantissimi artisti non conosciuti che realizzano dei lavori importanti ed in quel caso si può dire che la musica ha un ruolo civile, culturale e di espressione della bellezza. E di bellezza in questo momento ne abbiamo fortemente bisogno.

 

Negli arrangiamenti e nelle atmosfere del disco ci sono molti richiami alla cultura di altri popoli. Concordi?

 

Concordo, sicuramente questo è dovuto al fatto che da tanti anni mi interesso di musiche tradizionali del mondo. Tutto questo lo ritroviamo negli arrangiamenti e negli strumenti musicali particolari utilizzati.

 

Cosa hai in programma per il futuro?

 

Diversi progetti, sia inerenti l' ambito musicale sia teatrale. Stiamo lavorando al momento all' uscita di un nuovo singolo e sta prendendo forma un progetto teatrale di cui non mi sento ancora di parlare.

 

 

Biografia Lara Giancarli

 

Cantautrice, Attrice e ricercatrice musicale.

Da oltre venti anni porta avanti la sua attività artistica in diversi ambiti: concerti, teatro e teatro ragazzi. Partecipa a svariati festival tra il 2015 ed il 2023.

Si avvicina alla musica popolare italiana e dal mondo grazie all' incontro con Francesca Ferri (collaboratrice di Giovanna Marini) nel 2014.

Traduce ed adatta brani dell' antologia Blues e folk statunitense tradizionale, riportando in auge la cultura degli stati del sud nelle sue performance.

 

Ha pubblicato tre album inediti di stampo cantautorale tra cui due da solista:

 

  • Resto Ferma del 2020 (ediz. Funny Records)

  • Tempo Doppio del 2023 (ediz. Funny Records)

  • (Gunter Hotel del 2020 – ediz. Funny Records)

         

Dal 2023 viene accompagnata stabilmente dal Trio Shelè composto da Dario Aspesani (chitarra, flauti, percussioni), Marco Ferrara (Tastiere) e Paolo Partenza (Percussioni).

 

 

 

 

Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 15:47:22 | icon author Dario Aspesani
15 febbraio 2024

 DOMENICA POMERIGGIO

18 Febbraio 2024 ore 17!!!!!

 

Categorie: Musica latina
Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 17:49:06 | icon author Dario Aspesani
17 dicembre 2023

 Comunicato Stampa

Martedì 19 Dicembre alle ore 21,30 presso il Museo della Musica popolare sperimentale e dal mondo di Montegiorgio (FM)  presso Palazzo Sant' Agostino ci sarà l' incontro di presentazione del nuovo libro di Dario Aspesani "Non sparate al pianista - la musica nel film muto" . Questo è il primo evento organizzato presso il  Museo della musica popolare dopo la fortunata inaugurazione del 2 Dicembre scorso. 

Oltre a Dario Aspesani interverranno Andrea Cardarelli in qualità di cinefilo e direttore del cinema "Sala degli Artisti" di Fermo e in collegamento web dalla Toscana Marco Di Grazia autore della prefazione del Libro di Aspesani.

Al termine della presentazione lo stesso autore svolgerà un breve conferenza musicale introduttiva sulla musica popolare. I tre approfonimenti etnomusicologici si svolgeranno a Gennaio, Febbraio e Marzo 2024. Già per il 2024 oltre alle conferenze ci saranno altre presentazioni di libri a carattere musicale. 

Il libro "Non sparate al pianista - la musica nel film muto" è disponibile per l' acquisto on line su varie piattaforme tra cui Amazon.

Ingresso libero sempre.

 

Credits

Evento in collaborazione con ASD Worldland, Comune di Montegiorgio assessorato alla Cultura e assessorato ai Servizi Sociali, sponsor ufficiale della serata ditta Silvia Santoni di Montegiorgio. 

sponsor ufficiale del Museo ditta Eugeni Tecnologie Magliano di Tenna, 

 

Social Buttons: del.icio.us digg NewsVine YahooMyWeb Furl Fark Spurl TailRank Ma.gnolia blogmarks co.mments Reddit
icon date 18:00:55 | icon author Dario Aspesani
Sottoscrivi il Blog
ricerca
FEED
[RSS][ATOM] All
[RSS][ATOM] Musica latina
[RSS][ATOM] Musica nord americana
[RSS][ATOM] Vini e Birre
[RSS][ATOM] Film musicali
[RSS][ATOM] Cinema
[RSS][ATOM] Strumenti musicali
[RSS][ATOM] Balli latini
[RSS][ATOM] Letteratura
[RSS][ATOM] Politica estera
[RSS][ATOM]
[RSS][ATOM]
[RSS][ATOM] Musica d'autore
Mailing list